Firma digitale per lo Studio Dentistico

L’era della digitalizzazione dello Studio Dentistico è ormai già qui.

Nel 2020 è necessario, per ogni Studio Dentistico, farsi trovare pronto perché quanto viene richiesto dalla società e quindi dai pazienti, è un servizio che sia quanto più digitale possibile.

È così che, se in ambulatorio si propone un’impronta con uno scanner digitale o una tac 3d, in segreteria si faranno firmare documenti esclusivamente in formato DIGITALE.

Le differenze tra le diverse firme elettroniche

Firma Elettronica: per definizione è “L’insieme dei dati in forma elettronica, allegati oppure connessi tramite associazione logica ad altri dati elettronici, utilizzati come metodo di identificazione informatica”. Si va quindi dal PIN delle carte magnetiche, come per esempio il Bancomat, alle credenziali di accesso web, come nome utente e password.

Firma Elettronica Avanzata: di più recente introduzione rispetto alle altre firme, è definita “un insieme di dati in forma elettronica allegati oppure connessi a un documento informatico che consentono l’identificazione del firmatario del documento e garantiscono la connessione univoca al firmatario, creati con mezzi sui quali il firmatario può conservare un controllo esclusivo, collegati ai dati ai quali detta firma si riferisce in modo da consentire di rilevare se i dati stessi siano stati successivamente modificati”. Di fatto potremmo definirla come una firma elettronica con alcune caratteristiche di sicurezza aggiuntive. Un esempio di Firma Elettronica Avanzata è quella su tablet.

Firma Elettronica Qualificata: attraverso mezzi di cui il firmatario detiene il controllo esclusivo permette di identificare in modo univoco il titolare. Questo tipo di firma si basa su un certificato qualificato ed è realizzata tramite un dispositivo sicuro quale il token o la smart card.

Firma Digitale Grafometrica: è definita come “un particolare tipo di Firma Elettronica Avanzata basata su un certificato qualificato e su un sistema di chiavi crittografiche, una pubblica e una privata, correlate tra loro, che consente al titolare tramite la chiave privata e al destinatario tramite la chiave pubblica, rispettivamente, di rendere manifesta e di verificare la provenienza e l’integrità di un documento informatico o di un insieme di documenti informatici”.
Questa tipologia di firma richiede dunque una particolare modalità tecnologica: crittografia a chiavi asimmetriche. Per questo motivo è al momento ritenuta la migliore e più sicura firma elettronica da parte di molti professionisti italiani.

Firma Digitale per lo studio dentistico
La soluzione migliore PER LO STUDIO DENTISTICO?
La firma digitale grafometrica. Entriamo nel dettaglio.

La firma digitale grafometrica è l’equivalente elettronico di una firma su carta.
La firma del documento avviene su una speciale tavoletta grafica, con un sistema che permette di raccogliere dati unici e personali collegati al sottoscrittore.
Questa tipologia di firma rappresenta una particolare forma di Firma Elettronica Avanzata alla quale viene riconosciuto lo stesso valore legale della firma autografa.
Questo sistema permette finalmente di ELIMINARE LA CARTA dallo studio dentistico.

I vantaggi del Paper less sono infatti molteplici:

  • Maggiore velocità ed efficienza nella reperibilità dei documenti
  • Efficienza nell’archiviazione sicura e veloce
  • Risparmio dei costi di materiali di consumo (carta, cartucce, stampante…)
  • Eliminazione dello spazio fisico dell’archivio
  • Miglioramento dell’immagine dello Studio
Cosa è possibile firmare con una FIRMA DIGITALE GRAFOMETRICA?

Normalmente quello che negli Studi Dentistici Italiani si fa firmare sono PREVENTIVI, ANAMNESI, CONSENSI INFORMATI, DOCUMENTI AMMINISTRATIVI, PRIVACY.

È in realtà possibile prevedere la firma di qualsiasi documento necessario nel rapporto medico/paziente.

La firma digitale grafometrica è conforme alla normativa?

La soluzione che propone I-Dentity è pienamente conforme al Codice dell’amministrazione digitale (CAD), introdotto dal decreto legislativo n. 235/2010 e recepisce il DPCM 22/02/2013, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.117 del 21/05/2013.

Scopri di più riguardo alla proposta DentalOpera di FIRMA DIGITALE PER LO STUDIO DENTISTICO