Sistema tessera sanitaria per dentisti: i vantaggi dell’invio integrato

sistema-tessera-sanitaria-dentisti

Come utilizzare il sistema tessera sanitaria per dentisti e avere la fatturazione sotto controllo

Come ben saprai, l’amministrazione finanziaria all’interno di uno studio dentistico impone ai medici dentisti e agli odontoiatri iscritti all’albo delle linee di fatturazione molto precise da rispettare.

Ma come facilitare la gestione fiscale, risparmiare tempo da dedicare ai pazienti ed essere sicuri di rispettare la normativa in vigore? Ecco tutto ciò che devi sapere in merito al sistema tessera sanitaria per dentisti.

Quali sono le linee di fatturazione per dentisti e odontoiatri

La legge impone l’obbligo di effettuare due tipi diversi di fatturazione:

  • Fatturazione pazienti: in questo caso è previsto l’invio dell’elenco delle spese sanitariesostenute dai pazienti al Sistema TS (Sistema tessera sanitaria) al fine di fornire ai cittadini il 730 precompilato, contenente le detrazioni fiscali relative alle spese sanitarie.
  • Fatturazione ad altre partite IVA: per le fatture a fornitori, colleghi o altri studi dentistici vige l’obbligo di emettere la fattura elettronica, che deve essere inviata al destinatario tramite il Sistema di Interscambio(S.D.I.) per essere poi inoltrata all’Agenzia delle Entrate.

Sistema tessera sanitaria per dentisti: come funziona?

Come già accennato, le fatture pazienti devono essere inviate al Sistema TS che raccoglie tutti i dati pervenuti e invia all’Agenzia delle Entrate, per ogni cittadino, le somme corrisposte, suddivise per tipologia di spesa.

Se sei un dentista, probabilmente già sarai saprai che, per adempiere tale obbligo, bisogna innanzitutto procurarsi le credenziali di accesso al Sistema TS, per poi inviare i dati attraverso una delle seguenti modalità:

  • Applicazione web del Sistema TS.
  • Delega.
  • Software gestionale.

Il decreto del MEF del 19 ottobre 2020 ha cambiato le tempistiche per l’invio dei dati delle prestazioni: a partire dal 1° gennaio 2021, infatti, l’invio dei dati delle prestazioni sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria per dentisti, ossia di ogni fattura, dovrà avvenire entro, e non oltre, la fine del mese successivo alla data del documento.

Questa nuova modalità di trasmissione dei dati al Sistema TS rappresenta, secondo il testo del decreto, uno strumento di semplificazione, perché assolve a tre obblighi:

  1. Dichiarazione dei redditi precompilata.
  2. Trasmissione dei dati delle fatture per cui vige il divieto di emissionetramite Sistema di Interscambio.
  3. Memorizzazione elettronica e trasmissione telematicadei corrispettivi giornalieri.

Quali sono le nuove informazioni da inserire nella comunicazione al Sistema TS?

Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2021 si sono aggiunte anche nuove informazioni da inserire nella comunicazione. Nell’invio dei dati al Sistema TS, infatti, bisogna indicare anche:

  • il tipo di documento fiscale (fattura, ricevuta, documento commerciale, ecc.);
  • l’aliquota o la “natura” dell’Iva(ad esempio, esente);
  • l’opposizione da parte del cittadinoalla messa a disposizione dei dati all’Agenzia delle Entrate per la dichiarazione dei redditi precompilata. In questo caso, i dati non forniti dal cittadino vanno trasmessi al Sistema TS senza l’indicazione del codice fiscale dell’assistito.

Semplifica l’invio dei dati al sistema TS con un software di gestione!

Per gestire la contabilità del tuo studio dentistico e quindi tenere sotto controllo le fatture attive/passive e assolvere all’obbligo di invio delle fatture al Sistema Tessera Sanitaria per odontoiatri e dentisti, è utile avvalersi di un software gestionale come DentalOpera.

Grazie alle funzionalità dell’area amministrativa, infatti, potrai accedere all’app Sistema Tessera Sanitaria che faciliterà l’invio dei dati: potrai utilizzarla anche per la gestione delle fatture e per molte altre azioni utili ad avere la contabilità sotto controllo.

Scopri di più sul software e prova la demo gratuita disponibile sul nostro sito!